/

ricerche _

Imprenditori della comunicazione

 

 

Sulla terziarizzazione che ha investito l’economia urbana torinese si è innestata, dalla fine degli anni novanta, la crescita di una offerta di lavoro specialistico legato alla comunicazione. In particolare, due elementi fra tanti hanno favorito la formazione di questo mercato di professionisti: la presenza di un cospicuo numero di laureati in Scienze della Comunicazione (ma in seguito anche la facoltà di Architettura, di Economia e le molte scuole di design hanno contribuito a formare specialisti di settore); una “primavera” delle politiche pubbliche legate alla valorizzazione del patrimonio culturale della città e alla formazione di una industria turistica, che ha determinato un trend espansivo della domanda di prodotti di comunicazione legati, direttamente o indirettamente, alle politiche di sviluppo e rilancio del territorio.
Un inedito bisogno di informare e aprirsi all’esterno ha indotto molte organizzazioni, pubbliche e private, ad avvicinarsi con interesse al mondo della comunicazione, costruendo in breve tempo un mercato ricco di possibilità e prospettive.

 

OBIETTIVI E RISULTATI /

 

La ricerca Imprenditori della comunicazione. I professionisti del mondo della comunicazione, tra crisi e riconfigurazione intende indagare la consistenza e la forma del mercato del lavoro legato alle professioni della comunicazione a Torino oggi, al quinto anno di crisi. La stretta nella spesa pubblica per le politiche culturali, motore importante per questo mercato, e la riduzione degli investimenti anche da parte dei soggetti del no profit sono i fenomeni – congiunturali o strutturali? – con i quali gli “imprenditori della comunicazione” fanno i conti.

 

PERIODO / 2012-2013