Gestire l’innovazione. Processi aziendali, strumenti di lavoro e modelli di gestione per le aziende.

Formazione manageriale

/Anno
>2019

/Partner
• La scheda didatticae i risultati di gradimento


/Risultati


/Tag
competenze, formazione, innovazione, organizzazione, teamwork

/Condividi

Corso di formazione  rivolto a quadri del settore servizi, finanziato dal fondo Quadrifor, che presenta processi aziendali, strumenti di lavoro e modelli di gestione per i programmi  aziendali di innovazione tecnologica e sociale.
Introduzione al corso, Paolo Di Napoli per Atelier Impresa Ibrida
/gli obiettivi

Codificare le possibili innovazioni in azienda aiuta ad individuare le potenzialità di ogni specifico aspetto del proprio modello di business. Sotto questa prospettiva, il corso presenta alcune selezionate tecniche e metodi per dare forma ai progetti di innovazione delle imprese, con particolare riguardo alla capacità di generare idee strategiche, valutarle, condividerle con le squadre interne (colleghi, sottoposti e altre figure chiave aziendali), presentarle e in seguito gestire e monitorare la realizzazione e l’avanzamento dei relativi progetti.

/i contenuti
  • L’innovazione come processo aziendale, la creatività come strumento organizzativo.
  • Le tipologie, le tattiche e i pattern di innovazione.
  • I mindset in un processo creativo.
  • Strumenti di lavoro: il Business Model Canvas.
  • La fcilitazione : tecniche eprocessi di generazione delle idee.
  • Role Play : il brainstorming
  • Presentare un progetto innovativo : elaborare un business case, scrivere un esecutive summary.
  • Role Play : l’Elevator Pitch.
  • Problemi “wicked” e pensiero orientato alla soluzione.
  • Teamwork e accountability.
  • Metodi e applicazioni pratiche.
  • Design Thinking: introduzione, modelli e processi.
  • Hackathon: empatia (personas + empathy map), definizione, ideazione
  • MVP e prototipazione
  • Come si presenta un progetto Innovativo
/la metodologia didattica

Nella versione standard, il corso si svolge in due giornate consecutive (16 ore). Ha una metodologia che alterna esposizioni del docente, illustrazione di approcci e modelli, esercitazioni e discussioni in plenaria, attività in piccoli gruppi, e consigli pratici al proprio approccio organizzativo. Sono previsti inoltre due role play. Il corso si può inoltre svolgere in 5 giornate consecutive con sessioni di 3 ore ciascuna. Previsto sia in presenza che in aula virtuale.

/lavoriamo con
/la docente

Paolo Di Napoli

Trainer and consultant

Paolo Di Napoli, ingegnere aerospaziale al Politecnico di Delft (NL) e PhD in ingegneria e scienza dei materiali presso l’Ecole Nationale Superieure des Mines de Nancy (FR), dopo una carriera da ricercatore nel campo dell’innovazione tecnologica si dedica oggi alla consulenza nella gestione dei processi di innovazione nei team aziendali. Consulente e formatore nel campo delle soft skill e tool manageriali per grandi aziende italiane, con una specializzazione su problem solving e solution finding, creativity and innovation, customer focus, design thinking, project management, team dynamics and effectiveness, è molto attivo nel campo della divulgazione scientifica scolastica e in quello dell’innovazione sociale.

Lean Startup non riguarda solo come creare un business imprenditoriale di successo … riguarda ciò che possiamo imparare per migliorare in tutto ciò che facciamo. Immagino i principi Lean Startup applicati ai programmi governativi, all’assistenza sanitaria e alla risoluzione dei grandi problemi del mondo. In definitiva, è una risposta alla domanda “Come possiamo imparare più velocemente ciò che funziona e scartare ciò che non funziona?

(Tim O’Reilly)

/per saperne di più
The golden circle, Simon Sinek, TED Conferenze
Lean Startup, Eric Ries