/

atelier /

Quattro.Zero Lab

/ / / / /

/le ragioni del progetto

 

L’entrata e uscita dalla crisi ha disegnato per le economie occidentali una traiettoria di cambiamento per molti versi incredibile. Produzione, tempo libero, circolazione di beni e persone sono sempre più organizzati da piattaforme digitali. Tutto ciò sta già cambiando processi economici, vita quotidiana, struttura dei mercati; naturalmente, anche la manifattura è al centro di profonde trasformazioni, per l’emergere di una nuova generazione di tecnologie che promette di riorganizzare processi, produzioni e mercati. Centrale anche la riflessione sul futuro del lavoro, per i possibili effetti della digitalizzazione su un pilastro delle nostre società: la cittadinanza attraverso l’occupazione.

 

I mutamenti del lavoro sollecitano cambiamenti del sindacato e più in generale allo strumento delle relazioni industriali perché, prima di ogni altra scelta, occorre capire come cambiano i bisogni e come si esercitato le tutele. La pratica della partecipazione, il nuovo orizzonte concreto del sindacalismo italiano, richiede un plus di competenze, sia per leggere, analizzare e integrare i piani industriali con un’autonoma capacità di approccio sia per sviluppare idee e contributi utili allo sviluppo dell’impresa e dei lavoratori. A questo scopo è utile disporre di un set di strumenti e informazioni sia sulle fonti di finanziamento della ricerca industriale sia sul miglior utilizzo dei canali che migliorano la professionalità dei lavoratori.

 

/dentro l’atelier

 

Quattro.Zero Lab: Lavoro, impresa, politiche, partecipazione è un percorso formativo per dirigenti sindacali che i tratta cinque pillar su cui si regge il paradigma 4.0: lo scenario aperto dalle tecnologie abilitanti, il riassetto organizzativo che ne deriva, la mappatura e la formazione delle competenze digitali nel lavoro, i nuovi modelli di business per le imprese, il profilo di un nuovo schema per le relazioni industriali.

 

Il percorso è strutturato in quattro appuntamenti mensili, e prevede lezioni frontali di scenario condotte da esperti e accademici, interventi di imprenditori e operatori di imprese che hanno avviato percorsi di trasformazione; sessioni di discussione, analisi e confronto. Inoltre è stata organizzta una visita agli impianti di Prima Industrie e all’Istituto Superiore Mario Boella.

 

/il programma

  1. Il paradigma 4.0 : Tecnologie abilitanti, modelli organizzativi e lavoro 4.0 (20.10.2017)
  2. Innovazione e business : Innovazione di processo-prodotto e nuovi modelli di business (20.11.2017)
  3. Lavoro e impresa : Innovazione nel mercato del lavoro, innovazione nell’impresa
    (24.1.2018)
  4. Nuove relazioni industriali : La trasformazione in atto e il ruolo del sindacato (14.3.2018)

 

/i docenti

  • Paolo Brizzi, Istituto Superiore Mario Boella (roadmap tecnologiche, europa)
  • Cosmo Colonna, Cisl (sindacato, contrattazione)
  • Salvatore Cominu (mercato del lavoro, disoccupazione tecnologica)
  • Giuliana Fenu, Regione Piemonte (politiche regionali)
  • Fiamma Ferrero, Inwibe (nuovi business, open innovation)
  • Annalisa Magone, Torino Nord Ovest (industria 4.0)
  • Tatiana Mazali, Politecnico di Torino (competenze digitali)
  • Giorgio Vernoni, Centro Einaudi (ricerche internazionali)
  • Adriano Gallea + Ivana Montelli, Prima Industrie

 

/in sintesi

 

torinonordovest ha ideato e sviluppato il laboratorio, progettato e pubblicato il repository (web) del progetto.

/periodo 2017, 2018

/partner Cisl Piemonte

 

Il sito del progetto