/

agenda /

Lavoro dignitoso

/

5-7.10.2017

tono partecipa con un proprio simposio alla conferenza internazionale organizzata all’Università di Padova dal titolo Lavoro dignitoso, equità e inclusione. Password per il presente e il futuro per trattareil grande tema del lavoro 4.0 alla luce delle grandi traiettorie di cambiamento che stanno modificando le nostre società.

 

Il simposio, Dalle tecnologie digitali alle tecnologie sociali, per l’inclusione (6 ottobre, ore 15-17, room 12) vedrà coinvolti Sebastiano Bagnara e Simone Pozzi (Università di San Marino), Carlo Biasco (Inail), Paolo Magaudda (Università degli Studi di Padova), Stefano Crabu (Università degli Studi di Padova, CNRS Paris), Chiara Bassetti (Università degli Studi di Trento) e Maurizio Teli (Madeira Interactive Technologies Institute, M-ITI).

Modera Tatiana Mazali (Politecnico di Torino e Torino Nord Ovest).

 

Il programma completo

L’abstract del simposio

 

Ci sono parole ed espressioni che in modo emblematico, quotidianamente, anche i nostri mass media utilizzano per allertarci a proposito di come ci stiamo prendendo cura del nostro presente e del futuro: lavoro 4.0, globalizzazione, povertà, epidemie e pandemie, terrorismo, muri, rischi, diversità, velocità ed accelerazioni, cambiamenti, transizioni, competizioni, innovazioni, precariato, economia etica e civile, welfare…

In tutto questo le scienze dell’orientamento, l’economia, le scienze sociali ed umane, i servizi e le professioni interessate al benessere e al futuro delle persone, debbono fare la loro parte proponendo ed anticipando nuove visioni, diverse sensibilità, competenze da stimolare e mettere in circolo. Devono sperimentare soluzioni e buone pratiche per ridurre significativamente il numero di coloro che sono a rischio di espulsione, dal lavoro, dalla formazione, dalle comunità, o che potrebbero vedersi negato o affievolito il diritto alla cittadinanza attiva.

Occuparsi di tutto questo è particolarmente urgente in quanto le iniquità che si stanno osservando tra paesi e tra persone potrebbero aumentare ulteriormente se non vengono abbracciate, con decisione e generosità, scelte e contromisure efficaci in favore della qualità dell’occupazione e dei supporti da mettere a disposizione delle fasce maggiormente a rischio di esclusione dal mondo della formazione e del lavoro.

 

(Dal programma della Conferenza)